Fast and furious e il femminismo.

giugno 7, 2013 § Lascia un commento

Se gli uomini corrono in auto e si menano, anche le donne corrono in auto e si menano. E non è femminismo, questo?

michelle-rodriguez-fast-furious-6-320x480Non chiedetemi perché ho visto Fast and Furious 6. L’ho visto.
E al cinema. Diciamo che sono una ragazza ragionevole che ha un rapporto paritario con il proprio uomo, e dunque la settimana scorsa abbiamo visto Il Grande Gatsby come volevo io e questa volta si vanno a vedere macchine e inseguimenti ed esplosioni. Tanto non paghiamo perché abbiamo la tessera del Grande Cinema 3.

Ero preparata al peggio. E difatti, il film si è rivelato piuttosto inutile, con una trama che è solo un pretesto per scazzottate in stile cartoon (dove sembra che nessuno si faccia mai veramente male, però), macchine truccate e sparate ai 300 all’ora nel centro di Londra (senza investire nessuna adorabile vecchietta o piccolo bambino, però) e così via. Ci sono anche una Ducati e una Giulietta, per i fan del Made in Italy e gli attenti osservatori delle strategie di product placement.

E dunque, perché mai dedicare un post in questo serissimo blog a una pellicola così inutile e palesemente tamarra?  Per le donne.
Su Wikipedia, a proposito di Fast and Furious 5, si fa riferimento a “ruoli statici delle donne”: inutile dire che io il 5 non l’ho visto, ma nel 6 le donne non sono statiche proprio per niente. Anzi si menano di brutto.

La (scarsa) trama del film ruota intorno a Letty, la compagna di Don data per morta alla fine del 5. Ma Letty (Michelle Rodriguez) non è morta per niente, anzi è in splendida forma: ha due spalle da paura, indossa canotta nera, jeans e stivali, fa le gare clandestine di corse in auto e mena. Che poi, è il cuore del film, cioè quello che fanno tutti, per tutti i 6 film della serie, quasi ininterrottamente (nel resto del tempo fanno il barbecue davanti a casa). Gli uomini corrono in auto e si menano. Ma ora, anche le donne corrono in auto e si menano! Non è femminismo questo?

Dunque, mentre sullo schermo esplodevano veicoli e un carro armato (!) seminava il panico in un’autostrada spagnola, io riflettevo sul ruolo della donna in Fast and Furious 6. Non solo Letty, c’è un’altra donna nel team di Don, e ci sono donne nel gruppo dei “nemici” e anche una donna nella polizia, che peraltro è Gina Carano, che è una che combatteva per mestiere. E tutte sono incazzuse e combattive. Quindi, in un film ad alto tasso di testosterone, anche le donne sono testosteroniche, e non stanno a casa ad aspettare i loro uomini (a parte Mia, che però poraccia c’ha pure un pupo appena nato, diciamo che è in maternità).

Ora, io personalmente sono una che alla canotta preferisce gli abitini anni ’50 e alle macchine truccate la bicicletta, dunque il modello-Fastandfurious non fa per me (e Toretto non è esattamente il mio ideale di uomo). Ma che messaggio manda il film alle donne? Secondo me, e sono pronta ad accettare le critiche, positivo. Perché le donne non sono diverse, all’interno di quel peculiare microcosmo di tamarri che è il cuore del film, e la mia visione delle cose è che uomini e donne siano molto meno “contrapposti” di quanto ci facciano credere. Se un film parla di gente tamarra che picchia duro e guida in modo assurdo, ok va bene, ci saranno uomini e donne a fare queste stronzate, così come ci sono bianchi e neri, biondi e mori etc etc. Io la vedo così, almeno. E preferisco una Letty che picchia duro a un banale ruolo di mogliettina da salvare.

Fast And Furious 6

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Fast and furious e il femminismo. su The concept store.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: