La chiave a stella, o del lavoro.

aprile 4, 2011 § Lascia un commento

“Se si escludono istanti prodigiosi e singoli che il destino ci può donare, l’amare il proprio lavoro (che purtroppo è privilegio di pochi) costituisce la miglior approssimazione possibile alla felicità sulla terra: ma questa è una verità che non molti conoscono. Questa sconfinata regione, la regione del rusco, del boulot, del job, insomma del lavoro quotidiano, è meno nota dell’Antartide, e per un triste e misterioso fenomeno avviene che ne parlano di più, e con più clamore, proprio colore che meno l’hanno percorsa” Primo Levi, La chiave a stella

Faussone fa il montatore, è bravo e lo mandano in giro per il mondo a montare tralicci e tirar su ponti. A Faussone la sua vita nomade e, soprattutto, il suo lavoro, piacciono. Gli piace riuscire là dove gli altri non sanno che pesci pigliare, gli piace stare lassù sui tralicci anche se fa sempre troppo caldo o troppo freddo,  e dopo che ha finito un lavoro ogni tanto se passa di lì se lo va a rivedere, come fosse un parente lontano. Il suo orgoglio di lavoratore traspare dalle storie, aneddoti un po’ ingenui e un po’ spacconi, che il chimico Primo Levi – che lavorò a lungo in una fabbrica di vernici – immagina di trascrivere in occasione di una trasferta di lavoro e che diventano i capitoli di “La chiave a stella”. Un libro del 1978 di cui oggi si parla di nuovo, qualche volta, che forse fa figo citarlo. Un libro del ’78 che sembra provenire da un altra epoca. Di quando gli operai erano una classe sociale, e c’era persino un'”aristocrazia operaia”, di quando gente come Faussone sceglieva fra “batter la lastra” come il padre, andare alla Lancia alla catena di montaggio o fare il montatore, e sentirsi libero. Di quando non c’erano i call center e i knowledge workers sfruttati, i co.co.pro e l’esercito delle partite iva. Strano mondo no? io non so, non l’ho conosciuto quel mondo li, nel ’78 non esistevo ancora. Ma amare il proprio lavoro, ed esserne orgogliosi, si può fare ancora oggi no?
No?

Annunci

Tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo La chiave a stella, o del lavoro. su The concept store.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: